Share   facebook   twitter
Espandi  
LA REDAZIONE | 01 settembre 2022 | 11.50

Per-la-pace. Con-la-cura.

Un Programma nazionale di educazione civica e di cura delle giovani generazioni per costruire competenze, fiducia e speranza in un mondo in rapido cambiamento, per le scuole di ogni ordine e grado

 

 

 

 

Anno scolastico 2022-2023

Per-la-pace. Con-la-cura.


Un Programma nazionale di educazione civica e di cura delle giovani generazioni per costruire competenze, fiducia e speranza in un mondo in rapido cambiamento, per le scuole di ogni ordine e grado

Prima la pandemia, poi la guerra e le catastrofi climatiche, la siccità, le trombe d'aria, le bombe d'acqua, l'aumento dei prezzi, della povertà e delle disuguaglianze. Di fronte a queste grandi sfide, la scuola è chiamata a formare cittadini sempre più consapevoli, capaci e responsabili.

"Programmi di studio, formazione degli insegnanti e metodi di insegnamento obsoleti lasciano gli studenti senza le competenze necessarie per navigare in questo mondo che cambia rapidamente." Antonio Guterres, Segretario Generale dell'Onu (29 giugno 2022)


--------- Indice ---------

Introduzione
Con le giovani generazioni
Con il mondo
Un Programma. Quattro proposte
Ecco cosa ti proponiamo di fare
Per-la-pace. Con-la-cura. Sui passi di Francesco
Il percorso didattico "Prepariamoci!"
Il programma di esercizi "per imparare a fare pace"
Il cronoprogramma

----------------------------

Un Programma promosso da

Rete Nazionale delle Scuole per la Pace, Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la Pace e i Diritti Umani, Tavola della Pace, Centro Diritti Umani "Antonio Papisca" e Cattedra Unesco "Diritti Umani, Democrazia e Pace" dell'Università di Padova.


Introduzione


Il mondo sta affrontando una moltitudine di crisi molto serie: dal Covid-19 alla catastrofe climatica, dalla guerra alla crescita delle disuguaglianze. Nel frattempo, rapidi cambiamenti tecnologici accelerati dall'intelligenza artificiale, continueranno a trasformare radicalmente molti aspetti della nostra vita e del mondo del lavoro.

Per fronteggiare tutti questi sconvolgimenti è urgente ripensare e trasformare l'educazione in modo che possa fornire ad ogni persona e alla società le competenze necessarie per risolvere i problemi comuni e costruire un futuro più sicuro, giusto e pacifico.
Vasti cambiamenti e innovazioni sono possibili. Ma è necessario un grande sforzo collettivo trasformativo. Ogni scuola, con tutti i suoi protagonisti, interni ed esterni, è chiamata a partecipare realizzando e condividendo esperienze significative di qualità.

La necessità urgente di "reinventare" e "trasformare" l'educazione per affrontare le sfide epocali del nostro tempo, è al centro delle preoccupazioni dell'Onu che il 19 settembre 2022, alla vigilia della sua Assemblea generale, ha convocato a New York, il "Trasforming Education Summit".

"Molti sistemi educativi sono in crisi perché sono spesso bloccati nel passato"

"C'è una crisi di equità, di qualità e di rilevanza."

"Programmi di studio, di formazione degli insegnanti e metodi di insegnamento obsoleti lasciano gli studenti senza le competenze necessarie per navigare in un mondo in rapido cambiamento, per affrontare la rivoluzione digitale, per entrare in un nuovo mondo del lavoro, per rispondere alla crisi climatica, per vivere in pace con se stessi e con gli altri, per contribuire alla costruzione del proprio paese e al rafforzamento delle società democratiche."

Antonio Guterres, Segretario Generale dell'Onu (29 giugno 2022)

* * *

Affrontiamo queste sfide
Con le giovani generazioni

Il Programma nazionale di educazione civica "Per-la-pace. Con-la-cura" è uno strumento innovativo per rispondere a queste sfide rimettendo gli alunni e alunne/studenti e studentesse al centro della scuola.

In particolare, il programma si propone di:

1.     contrastare il senso di smarrimento, inquietudine e sfiducia che si va diffondendo tra le giovani generazioni;

2.     liberare le energie positive e le intelligenze di cui sono portatori tutte le giovani generazioni;

3.    ri-costruire fiducia e speranza imparando ad affrontare problemi difficili.

Il Programma offre alle giovani generazioni l'opportunità di:

  • prendere coscienza di quello che sta succedendo attorno a loro, nell'infosfera e nel mondo;
  • sentirsi artefici e responsabili della costruzione della propria vita e di un mondo migliore ("per costruire un mondo... non dico migliore,... ma almeno un po' meno schifoso" studente, 16 anni, Udine 2015);
  • imparare ad accogliere la complessità, ad affrontare l'incertezza, a leggere il tempo presente e a lavorare con il futuro.


* * *

Affrontiamo queste sfide
Con il mondo

Il Programma "Per-la-pace. Con-la-cura" consente di:

 

  • aprire e connettere la propria scuola ad un mondo in continuo rapido cambiamento;
  • partecipare attivamente al grande cantiere avviato dall'Onu per promuovere la costruzione di un mondo più giusto, equo e pacifico partendo dall'educazione (Reimagining Our Futures Together Report - Trasforming Education Summit 2022); 
  • integrare in un programma quadro di educazione civica il curricolo, le tante educazioni (pace, cura, sviluppo sostenibile, diritti umani, pari opportunità, contrasto al bullismo, cyberbullismo, femminicidi, volontariato, solidarietà, servizio, Costituzione, legalità, salute, cittadinanza globale-glocale, democrazia, orientamento scolastico,...) e le discipline.


* * *

Il programma
Per-la-pace. Con-la-cura.
propone

  • un percorso comune, dal 21 settembre 2022 al 21 maggio 2023, dalla Giornata Internazionale della pace alla Marcia PerugiAssisi della Pace e della Fraternità;
  • un percorso di accompagnamento-formazione-ricerca-azione diretto a valorizzare l'azione educativa e trasformativa degli insegnanti e dei dirigenti scolastici come "intellettuali sociali" della comunità e della città-mondo, professionisti della cura educativa e della crescita dei bambini e delle bambine, dei ragazzi e delle ragazze, degli studenti e delle studentesse;
  • un percorso didattico per imparare ad affrontare il tempo presente e costruire un futuro migliore;
  • un programma di esercizi per imparare a fare pace in tempo di guerra.



* * *

In sintesi
Ecco cosa ti proponiamo di fare

Tutte le scuole sono invitate ad aderire al Programma nazionale "Per-la-pace. Con-la-cura" e a inserire nel PTOF un programma di educazione civica che includa:

 

  • il percorso didattico "Prepariamoci!" per imparare ad affrontare il tempo presente e costruire un futuro migliore;
  • la realizzazione degli "esercizi di pace" per imparare a fare pace in tempo di guerra;
  • la partecipazione all'incontro con Papa Francesco del 28 novembre 2022;
  • la partecipazione alla III Settimana Civica, al Meeting Nazionale delle scuole di pace e alla Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità (15-21 maggio 2023).


* * *

"Per-la-pace. Con-la-cura"
Sui passi di Francesco

Nel 2005 il Parlamento italiano ha stabilito che il 4 ottobre di ogni anno sia celebrata la Giornata Nazionale della pace, della fraternità e del dialogo in onore dei Santi Patroni speciali d'Italia San Francesco d'Assisi e Santa Caterina da Siena. La legge stabilisce che "in occasione della solennità civile del 4 ottobre siano organizzate cerimonie, iniziative, incontri, in particolare nelle scuole di ogni ordine e grado, dedicati ai valori universali della pace, della fraternità e del dialogo tra appartenenti a culture e religioni diverse."

Per raccogliere questo impegno e, soprattutto, per aiutare le giovani generazioni a riscoprire il significato autentico e l'importanza dei valori universali della pace, della fraternità e del dialogo partendo dalla straordinaria testimonianza di San Francesco d'Assisi, la Rete delle Scuole di Pace, il Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i Diritti Umani e i Francescani del Sacro Convento d'Assisi, hanno promosso il Programma nazionale di educazione civica "Pace, fraternità e dialogo. Sui passi di Francesco".

Nel corso degli anni, il Programma si è nutrito del contributo originale di Papa Francesco che non perde occasione per indicare il valore universale della testimonianza di San Francesco d'Assisi, "con la sua capacità di riconoscersi fratello di tutte le creature terrestri e celesti". Di eccezionale rilievo pubblico ed educativo sono in particolare i due documenti "Laudato Sì" e "Fratelli Tutti" indirizzati a tutti i credenti e non credenti.

Nell'anno scolastico 2022-2023, il Programma "Sui passi di Francesco" è parte integrante di "Per-la-pace. Con-la-cura". In questo contesto, tutte le scuole aderenti potranno partecipare all'incontro con Papa Francesco dedicato all'educazione alla pace e alla cura, che si svolgerà in Vaticano, nell'aula Paolo VI, lunedì 28 novembre 2022.

Ulteriori proposte saranno disponibili in vista della celebrazione della Giornata del 4 ottobre 2022.

* * *
Il percorso didattico
"Prepariamoci!"

Prima la pandemia, poi la guerra e le catastrofi climatiche, la siccità, le trombe d'aria, le bombe d'acqua, l'aumento dei prezzi, della povertà e delle disuguaglianze. Sempre più spesso, siamo costretti a confrontarci con problemi che sono più grandi di noi. Problemi difficili, complessi, intrecciati, mondiali.

Davanti a questi problemi "più grandi di noi" ci sentiamo piccoli e inadeguati. E così pensiamo di non poter fare niente. Per questo fingiamo che non ci riguardino e li ignoriamo fino a quando, quasi sempre all'improvviso, non ci toccano direttamente. Ma allora, sarà troppo tardi e ci resterà molto poco da fare.

L'incapacità di padroneggiare la propria vita e il mondo in cui si vive è alla radice di molti problemi personali e sociali che si vanno diffondendo: senso di smarrimento, ansia, inquietudine e sfiducia, aggressività, violenza, conflitti, disagio ed emarginazione, disoccupazione, povertà, disuguaglianze.

Per fronteggiare questa situazione, il lavoro della scuola è essenziale.

"Prepariamoci!" è un percorso didattico per imparare ad affrontare il tempo presente e costruire un futuro migliore. Al suo interno convergono gli elementi di educazione allo sviluppo sostenibile (Agenda 2030), educazione alla cittadinanza globale e alfabetizzazione al futuro (Future Literacy).

Il percorso didattico (che sarà illustrato in un'apposita scheda) si configura come un compito autentico che, partendo da uno dei grandi problemi globali che incombono, si sviluppa in 4 fasi essenziali:

1. la presa di coscienza del problema
2. lo studio del problema
3. la ricerca delle soluzioni
4. l'impegno per la ri-soluzione del problema.

Il percorso avrà il suo culmine in occasione della Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità del 21 maggio 2023 quando gli studenti avranno la possibilità di presentare e condividere i risultati del proprio lavoro, le proprie idee e proposte.

* * *

Il programma di esercizi

"per imparare a fare pace"

Per tanto tempo la guerra è stata un problema lontano, una tragedia che abbiamo pensato fosse confinata tra i popoli più sfortunati. Le grida disperate che, di tanto in tanto, sono arrivate da noi ci hanno trovato distratti e indifferenti. Col tempo, dopo oltre settanta anni di pace e benessere, la stessa memoria dell'esperienza della guerra vissuta dalle giovani generazioni del ‘900 si è fatta più sottile fino a spegnersi. Ma dal 24 febbraio scorso, la guerra è tornata a minacciarci da molto vicino. In Ucraina si muore. Da noi si diventa sempre più poveri. E nel mondo cresce l'incubo di una "guerra grande" che ci vedrà tutti perdenti.

Come si fa ad educare alla pace in tempo di guerra? Come si fa a "parlare" di pace mentre siamo bombardati di parole e immagini che tendono a giustificare la guerra, a sostenerla e a promuoverla? Come si fa a formare il cittadino che crede e opera per la pace mentre ogni giorno veniamo invitati a cedere alla logica e allo schema della guerra?

Il programma di esercizi "Facciamo pace?" è uno strumento per imparare a fare pace in tempo di guerra.


Fare la guerra è facile. Fare la pace è difficile.

Per fare la guerra non occorre essere dei geni. Per fare la pace bisogna essere molto bravi.

Per scatenare una guerra basta un niente. Per costruire la pace ci vuole tempo e pazienza.

Per fare la guerra bastano poche persone. Per fare la pace bisogna essere in tanti.

Le guerre durano a lungo. La pace è fragile e ha bisogno di tanta cura.

Spesso la pace non c'è e allora bisogna imparare a farla.

Per imparare a fare la pace bisogna fare molti esercizi. Come quando vogliamo imparare a cantare, a suonare o a giocare.

Sono esercizi piccoli e grandi. Alcuni li puoi fare ogni tanto, altri li devi fare tutti i giorni. Sono esercizi che muovono insieme la testa, il cuore, le mani e preparano alla vita. Esercizi che ti insegnano a vivere in pace e a divenire artigiani, costruttori di pace, e non complici o vittime della guerra.

Nelle prossime settimane sarà disponibile un "Quaderno degli esercizi di pace" che illustra 15 esercizi da programmare e realizzare in classe: (1) Impariamo a salutarci guardandoci negli occhi; (2) Impariamo a prenderci cura delle parole che usiamo; (3) Impariamo a prenderci cura della vita; (4) Impariamo a vivere e lavorare insieme; (5) Impariamo a fare pace con gli altri; (6) Impariamo a difendere i diritti umani; (7) Impariamo a rifiutare la violenza; (8) Impariamo a partecipare e decidere insieme; (9) Impariamo a prenderci cura del mondo; (10) Impariamo a prenderci cura dell'ambiente; (11) Impariamo a fare cose difficili; (12) Impariamo ad essere solidali; (13) Impariamo a metterci al servizio della comunità; (14) Impariamo ad agire insieme per la pace; (15) Impariamo a ripudiare la guerra.
 
* * *
 
Il cronoprogramma*

 
Settembre 2022
Inserisco nel PTOF il Programma nazionale di educazione civica "Per-la-pace. Con-la-cura"
Invio dell'adesione al comitato promotore
Progetto il mio percorso didattico nell'Istituto, in classe

21 settembre 2022
Avvio il Programma "Per-la-pace. Con-la-cura" in occasione della Giornata Internazionale della pace promossa dall'Onu
 
4 ottobre 2022
Celebro la Giornata nazionale della pace, della fraternità e del dialogo promossa dal Parlamento italiano in occasione della festa di San Francesco (vedi il programma Sui passi di Francesco)
Comincio il lavoro di preparazione all'incontro con Papa Francesco

28 novembre 2022
Partecipo con la mia scuola all'incontro con Papa Francesco dedicato all'educazione alla pace e alla cura

10 Dicembre 2022
Nella Giornata Internazionale dei diritti umani promossa dall'Onu diamo voce ai diritti umani e ricordiamo a tutti che "Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza"

1 marzo 2023
Partecipo alla II Giornata nazionale per la diffusione della cultura e della pratica della cura "Io ho cura" condividendo le esperienze di cura realizzate nella mia scuola

15-21 maggio 2023
Partecipo con gli studenti coinvolti nel Programma alla III Settimana Civica, al Meeting Nazionale delle scuole di pace e alla Marcia PerugiAssisi della pace e della fraternità

(*) Questo cronoprogramma contiene solo alcune delle tappe del percorso comune che sarà arricchito e completato con la partecipazione di tutte le scuole aderenti.


Invia subito la tua adesione!
 
Per adesioni e informazioni:
Coordinamento Nazionale Enti Locali per la Pace e i diritti umani
via della Viola 1 (06122) Perugia M 335.1431868 - T 075/5722148 -
F 075/5721234 - email info@scuoledipace.it - www.lamiascuolaperlapace.it

Perugia, 30 agosto 2022

download PROGRAMMA
download